Il piede

Benché non si possa generalizzare, la statistica ci ha consentito di individuare alcune zone del piede che più di altre sono soggette a creare problemi allo sciatore.
Come è facile intuire queste zone sensibili coincidono spesso con le sporgenze ossee, facilmente individuabili nelle nostre appendici inferiori, ma è tutto il “sistema piede” che si deve analizzare quando ci si accinge ad una personalizzazione.
Non è infrequente che un disagio, localizzabile per esempio in corrispondenza del malleolo interno, sia la conseguenza di una carenza a livello di arco plantare; intervenire sullo scarpone in corrispondenza del malleolo sarebbe, nell’esempio proposto, una soluzione parziale e probabilmente non risolutiva; solo una conoscenza approfondita dell’anatomia del piede e della gamba unita alla grande esperienza maturata in anni di lavoro “sul campo” permette interventi sicuri e definitivi.
In questa breve disanima ci concentreremo, comunque, sull’analisi dei punti che più spesso di altri sono fonte di fastidio per lo sciatore.